arredamento Casa

Scegliere i punti luce

mercoledì, luglio 13, 2016Vale



Casa. Quattro lettere che nascondono un'atmosfera unica dove ci sentiamo coccolati e al sicuro. Ma come si crea questa atmosfera? Molti concordano che tutto nasca dalla luce. Da come entra nelle finestre a come si propaga negli ambienti e, soprattutto, come definiamo che  ci accompagni attraverso gli ambienti. 
Proprio per questo uno dei punti più importanti da definire durante la costruzione della propria casa sono i punti luce. Spesso si sottovalutano ma in realtà il momento della definizione di dove sistemare lampadari, applique o faretti è fondamentale. Per questo La casa dello stile in questo post vi porrà dei punti da non sottovalutare durante il momento della definizione dei punti luce nella vostra nuova casa. Vediamoli insieme. 


Lampade a muro, soffitto o sospese?


Il primo grande problema da affrontare quando si decidono i punti luce è capire i propri gusti. Se per alcune stanze come il bagno o la camera si punta diretti su plafoniere al centro della stanza, ci sono altri ambienti che sono più complicati da focalizzare. Per poter però arrivare a capire i propri gusti e come vorreste illuminare una stanza è importante capire la differenza tra i diversi tipi di lampade in commercio.
Si parte dai classici lampadari a sospensione che scendendo dal soffitto permettono di illuminare una zona specifica o più ampia a seconda del tipo di calotta si scelga. Più quest'ultima è trasparente più zona illumina permettendo di avere un effetto brillante in tutta la stanza. 
Al contrario se si è fan delle luci riposanti, calde e d'atmosfera la scelta sarà per lampade a muro o applique che rendono più soffusa la luce. Questo perché illuminano tanto la parete e fanno rimbalzare la luce nell'ambiente molto poco. Arredano, ma non sono iper luminose. 
Se invece amate avere tanta luce negli spazi potete passare a soluzioni a soffitto che, grazie alla loro struttura più piatta e incastonata nel soffitto, permettono di illuminare tutto l'ambiente. 
Ancora diversa la luce prospettata dalle lampade a terra che tendono a regalare quel l'atmosfera retrò caricando un angolo di luce sfumando tutto il resto. Di sicuro da scegliere per arredare gli angoli spogli o senza significato.


Lampade minimal o protagoniste? 


Altro punto da valutare con cura è quanto vogliamo che il lampadario sia protagonista nella nostra stanza. Come mostrano i siti specializzati, dai multi marca come Lampcommerce ai grandi del settore come Artemide, esistono modelli di lampadari in grado di dare all'intera stanza un guizzo di eccentricità con forme di design esclusivo o dalle contaminazioni barocche. Al contrario ci sono anche delle luci che sembrano aver dimenticato la forma e puntano tutto sull'unicità della lampada lasciando che sia poi l'illuminazione ad arredare più che la loro fattura. Come scegliere? 
La soluzione è valutare l'insieme dei punti luce che si hanno negli ambienti, la grandezza degli stessi e particolari complementi d'arredo da evidenziare o meno. È uso comune che le penisole richiedano una lampada a sospensione di un scelto stile per evidenziare la particolarità della penisola. Al contrario zone ampie come gli ingressi prediligono la sobrietà dei faretti e delle lampade a soffitto per lasciare che tutti gli elementi d'arredo accolgano con più grazia. Valutate sempre un equilibrio. Ovunque vogliate inserire una lampada con un certo design importante, lasciate che nella stanza attigua o nel punto luce più vicino ci sia un design più minimal per evitare il classico effetto too much.




Quali lampade acquistare subito? 


Nella definizione dei punti luce non occorre comprare subito le luci ma capire un genere che vi possa piacere e un equilibrio di stili che possa far risaltare i mobili. Non serve avventarsi a comprarle piuttosto serve informarsi e capire quali sono le aziende e i brand che fanno su misura per voi. L'Italia offre un'infinità di eccellenze nel campo dell'illuminazione e brand che nascondono lampade uniche pur non essendo quelle sempre citate dai giornali. Un esempio è il brand Fabbian che da anni propone uno stile moderno con design semplici che possono essere combinati sia a mood vintage come ad ambienti moderni. In particolare offre tante soluzioni per ambienti di passaggio come corridoi e ingresso. Esattamente le prime lampade che devono essere acquistate in una casa nuova. Design semplice e funzionale, grande attenzione al led e molto vetro per renderle il più luminose possibile.


Tre punti su cui riflettere per poter scegliere con lungimiranza e non dimenticarsi nessun ambiente..in attesa che diventi la vostra casa!


Fonte immagini: 
- copertina da pixabay.com
- prima immagine di Life of Pix
- altre immagini di lampcommerce


You Might Also Like

0 commenti

Google Plus

Leggi La casa dello stile su Flipboard

Modulo di contatto