Come scegliere le luci led

by - giovedì, settembre 30, 2021

 


Led. La maggior parte delle persone a queste 3 lettere immagina colori, luci psichedeliche e una puntata di pimp my ride in versione home decor. In realtà le luci led sono un gran alleato per la casa e possono essere utilizzate, nella loro versione più pallida, per illuminare anche angoli impensabili. Come sceglierle? Come inserire i led nella propria casa? Ecco alcuni consigli del maschietto de La casa dello stile 


Luce calda o fredda? 

La prima annosa questione: luci calde o fredde? Irrimediabilmente ci sono sostenitori per entrambe e ovviamente detraggono le altre. Che fare quindi? Partite dalle vostre esigenze e il luogo in cui dovete   metterle. Per esempio se sono luci sottopensile e vi servono per lo più in cucina per illuminare una zona del piano lavoro una luce fredda potrebbe aiutarci a vedere i minimi particolari e sarebbe una soluzione tecnica ottima rispetto alla luce calda che fa più ambientazione. Al contrario se siete sul balcone e volete un po' di luce per poter finalmente vedere in faccia i vostri ospiti la soluzione potrebbe essere una luce calda diffusa che non acceca e crea una bella atmosfera. Lo stesso vale in sala dove la conversazione viene agevolata dal caldo della luce. Diverso è magari il corridoio dove serve più luce per illuminare uno spazio buio essendo per eccellenza chiuso. Oppure una penisola che viene sfruttata come ulteriore piano di lavoro.

In generale è sempre meglio trovare il modo di provare la luce per capire cosa realmente piaccia. Per esempio nei bagni dove spesso la luce è usata in modo tecnico per il trucco o la definizione della barba non sempre i led freddi sono la scelta giusta. A volte la calda permette di specchiarsi meglio perché magari posizionata direttamente dietro lo specchio. 

Insomma dopo aver ragionato sulla funzionalità e l'esatto punto un cui posizionare i led conviene sempre effettuare una prova...foss'anche con le luci  di Natale. 


Spine e metrature

Un bel dilemma che può essere sciolto valutando prima di tutto la fonte energetica. Se non si è previsto di aggiungere i led quando si è fatto l'impianto ed è un'esigenza nata in un secondo momento si ha bisogno di una presa. Una volta individuata quella più vicina al punto da illuminare si può procedere con il considerare i metri. Di solito è meglio leggere quanto il cavo senza luci sia lungo e misurare quanti metri illuminare sotto ad un pensile. 

Altro punto importante è considerare il metodo di accensione. Ad esempio per la cucina in la casa dello stile ci affidiamo al classico tasto, per l'esterno preferiamo di più l'intelligenza artificiale di Alexa attraverso una presa comandata wifi. Non sempre però questa seconda soluzione è utile. Bisogna valutare in base alle proprie esperienze e al punto da illuminare. Se scomodo ha senso ripiegare su prese comandate wifi, in alternativa prevedere un tasto classico è una soluzione. 

Altro "incidente" a cui potreste incorrere è il dover adattare una parte di luce in un punto dove non vorreste prevederla. In tal caso non demordete e pensate ad eventuali oggetti di decor che possono alleggerire l'errore come scritte retrò in grado di trasformare anche una banale mensola in un angolo bar. 


Adesivi e non

Altro punto da valutare nel fai da te del mondo dei led è la modalità in cui le luci vengono attaccate. Nel nostro caso essendo state aggiunte in un secondo momento quindi non incassate in un muro o montate su un pensile abbiamo optato per due modalità: sistema adesivo e con aggiunta di canaline. 

La prima versione forse più rudimentale ma a scomparsa l'abbiamo utilizzata per la cucina evitando di aggiungere lampade e profili per mantene una  soluzione nascosta e discreta in una cucina open space che comunica con la sala. 

Nel caso dell'esterno per evitare incidenti con eventuali intemperie o insetti ci siamo affidati ad un sistema di canaline che rende a scomparsa le luci e le diffonde un po' grazie ad un coperchio trasparente. 


Piccoli accorgimenti in grado di aiutare a capire come meglio illuminare gli angoli nascosti e fare gioire il vostro lato fai-da-te. Che dite vi siete ricreduti sulle luci led? O siete diventati fan di pimp my ride? 

You May Also Like

0 commenti

Labels