Battesimo floreale

by - lunedì, maggio 09, 2022

 


Il battesimo. Primo grande evento che racconta la vostra meraviglia al mondo e la fa partecipare ad una festa importante. Spesso però una volta diventate mamme al chiarore della luce della notte tra una poppata e l'altra si scopre che tutto ciò che avete sempre idealizzato per questa festa non è ciò che descrive la vostra principessa. Nel nostro caso avevo pensato a temi con le nuvole... ma Baby E è pura energia. Non di quelle sfacciate che hanno i colori dell'arcobaleno ma qualcosa che capita quando non ti aspetti. Non funzionavano i temi di principesse e cigni: con lei serviva qualcosa di diverso. Qualcosa raffinato, dolce e che non ti aspetti. Calmo ma allo stesso tempo dirompente e allegro...esattamente come il suo carattere che spesso sembra essere come il primo giorno di primavera. Ecco che allora all'orizzonte si è delineato il tema floreale! Pronti a capire come l'abbiamo realizzato? 


Palette

I colori sono fondamentali per definire l'evento e fare capire in un colpo d'occhio il festeggiato e il carattere della festa. Nel caso del tema floreale è necessario virare su tonalità pastello e nel nostro caso il colore base era il pesca. Un colore intenso che ha del rosa ma non è scontato e richiama una palette ben definita con colori caldi come il giallo e intensi come il verde bosco. Una palette alleggerita dal bianco e dai neutri che richiede font e scritte addolcite con il grigio piuttosto che il nero. 

Rosa pesca, giallo, bianco e verde bosco che sono perfetti anche per imbandire decori e tavole aggiungendo quel filo di argento che si può trovare nei colori della sala o nelle posate a tavola. Una palette sia fresca che elegante per parlare di una bimba. 

Attenzione però questo non vuol dire noia ma semmai largo ai palloncini color pesca in quantità, ai confetti bianchi da inserire in contenitori vetro impreziositi da nastri pregiati, fiori in ogni angolo e qualche elemento puramente baby per intenerire anche gli ospiti più seri. 


Simbolo

Il simbolo per eccellenza di un battesimo floreale non può che essere un fiore in grado di suggerire sia la nascita che la dolcezza della nuova vita. Il gioco è capire quale grafica sia più adatta alla protagonista della giornata. Si può scegliere qualcosa di molto semplice come i fiori tipici dei disegni d'infanzia con toni come il lilla, il rosa confetto o il giallo da abbinare ad un party in campagna molto semplice o ad una sala da riempire di colore. Uno stile più ricercato che ricorda l'acquarello può essere abbiamo ai rinfreschi in giardino tipici della primavera. Attenzione però a scegliere sempre disegni gioiosi e colori sempre vividi per evitare di finire in inviti da vecchia zia.

Nel nostro caso per esempio abbiamo scelto un'intera corona di fiori che ricordava il nome dell'evento, la data e in bella evidenza il nome della festeggiata. L'abbiamo scelta per personalizzarla con il colore pesca, il verde bosco e scritte dai diversi fotn nei toni del grigio e pesca. Il tutto per avere un'impronta più regale, insolita e fresca. 

Il trucco nello scegliere è sempre ricercare tanti modelli di fiori e poi iniziare a svecchiare con colori brillanti e font moderni giocando con le forme più famose famose. 


Location

Con un battesimo a tema floreale non può mancare un giardino. Che la festa sua creata direttamente sotto al sole, in un paio o in una sala a ridosso di un immenso giardino poco importa. È fondamentale che ci sia uno spazio all'aperto in cui i piccoli corrono, i grandi si rilassano e ci si gode lo spettacolo della natura che fa da cornice al momento tanto atteso. Dettaglio da non sottovalutare: più il giardino è curato e la zona del buffet minimal più potete sbizzarrirvi con elementi dal grande effetto scenico. Ad esempio nel nostro caso la sala era totalmente bianca, qualche mobile d'epoca e immersa in due giardini con lucine per un'atmosfera da favola. Sono bastati pochi fiori, un tocco di palloncini color pesca, qualche fiocco in colori neutri et voilà il tocco principesco era garantito. Attenzione però la parte fiori deve essere anche lei minimal: si tratta di un battesimo per cui basteranno una bella rosa e un po' di velo da sposa in un vasetto come centro tavola. Nulla di più. Anzi la cosa più bella sarebbe cogliere dei mazzolini dal giardino per un tocco ancora più semplice e simboleggiare un po' di innocenza e tenerezza. 


Bomboniere e confettata

Nel nostro caso le bomboniere prevedevano sia il simbolo della giornata che una serie di confettino nelle gradazioni del rosa che ricordavano la dolcezza della festeggiata. In un tema floreale però si possono scegliere anche eco-bomboniere comele famose matite che diventano piante o dei bulbi o semini da piantare e perché no dei vasetti per le piante aromatiche. Insomma ci si può sbizzarrire con le idee ricordando la protagonista della giornata che il rispetto della natura. 

Scelto il soggetto sarà il tema a guidarvi nell'esposizione: potranno essere messe in cestini da Pic nic, su un mobile d'epoca, accanto a dei rami che simboleggiano un albero o un nido. Potranno essere intervallate da fiori veri, da mazzolini di campo o da foglie il tutto all'insegna del sogno. 

Lo stesso vale perla confettata. Affidandovi a vasi da adornare con nastri o perché no dei vasi per piante in stile shabby con i cartellini di lavagna. Tutto rigorosamente disposto come una merenda d'altri tempi en plein Air. 


Una scelta tutt'altro che scontata e piena di significati, il battesimo floreale è perfetto come opzione per le cerimonie di primavera e fine estate. In cui le giornate non sono afose e si può correre in giardino come godersi lo spettacolo di un pomeriggio tiepido come nelle più belle favole. Tu hai già qualche idea su come creare il battesimo per la tua piccola o piccolo? 

You May Also Like

0 commenti